Il vento e l’anemometro

Cos’è il vento?

Spieghiamo in sintesi che cos’è. Il vento è uno spostamento d’aria che avviene nell’atmosfera. Le sue caratteristiche sono:

  • la velocità che si misura in chilometri all’ora, in metri al secondo o in nodi, un’unità di misura usata da chi va in barca e che è circa 2 km all’ora;
  • la temperatura: a seconda delle condizioni e della zona in cui si forma il vento, l’aria che lo forma avrà temperature diverse, misurate in gradi Celsius (°C);
  • la direzione: normalmente si distingue nei 4 punti cardinali più altre 4 (più raramente, 12) direzioni intermedie.

L’anemometro

La velocità del vento si può misurare con uno strumento chiamato anemometro. Se non lo abbiamo mostriamo ai bambini delle foto di qualche modello fra quelli a ventola, come questo qui sotto.

l'anemometro

Osserviamone le parti principali:

  • testina con alette che girano spinte dal vento;
  • display per la lettura dei dati rilevati;
  • manico per l’impugnatura.

Ora proponiamo di misurare anche noi la velocità del vento con uno strumento simile, ma costruito da noi. Progettiamo e realizziamo una semplice girandola. Ci serve per ogni bambino un cartoncino bianco quadrato con il lato da 20 cm, un chiodo e un bastoncino. Diamo queste istruzioni:

  1. Tracciare con la matita due linee (le diagonali) per evidenziare nel cartoncino quattro triangoli.
  2. Colorare con colori diversi i triangoli.
  3. Tagliare le linee passandoci sopra con le forbici fino quasi all’incrocio (i quattro triangoli devono rimanere attaccati).
  4. Piegare una punta di ogni triangolo verso il centro.
  5. L’ultima operazione facciamola noi: fissiamo le punte a un bastoncino con un chiodo (che pieghiamo nel caso oltrepassi il legno).

girandola

Sperimentiamo il funzionamento del nostro “anemometro” in una giornata di vento. Andiamo nel cortile in un punto ben esposto al vento e verifichiamo che più forte spira il vento, più velocemente girano le alette della girandola. Possiamo contare la velocità del vento contando il numero dei giri che le alette compiono in un intervallo di tempo, i colori del triangolo ci aiutano a non perdere il conto.

Le fasi della costruzione della girandola è anche spiegata con parole diverse, ma con l’ausilio delle immagini, nella scheda didattica vento_anemometro qui inclusa di proprietà del sito “La teca didattica“.

I commenti sono chiusi